Attivazione nuovo Sportello di ascolto donna
 

Lo Sportello di ascolto Donna “INSIEME PER TE" istituito dalla sede Cri di Mathi del Comitato di Fiano, è attivo dal 20 maggio 2019.


E’ uno sportello antiviolenza donne, nato da un progetto di un gruppo di donne volontarie con formazione specifica della CRI, accomunate dalla volontà di offrire accoglienza, un primo ascolto e sostegno alle donne vittime di qualsiasi forma di violenza, sia essa fisica, sessuale, psicologica od economica e di promuovere, attraverso iniziative di informazione e comunicazione una cultura alternativa a quella della violenza di genere.

sportello.jpg

Gli Obiettivi sono: accogliere, ascoltare la donna e rafforzare la relazione di fiducia; Identificare, definire e focalizzare il problema insieme alla donna; orientare la donna nella risoluzione dei problemi e nell’identificazione di enti o strutture sul territorio che possano fornire aiuto; costruire sul territorio una rete di riferimento per rispondere in maniera efficace alle problematiche legate a condizioni di grave disagio vissute dalle donne; inserire, eventualmente in un secondo momento, la donna nel circolo dei servizi territoriali per un intervento più personalizzato; svolgere attività di prevenzione e di sensibilizzazione del fenomeno della violenza subita dalle donne mediante l’organizzazione sul territorio di momenti informativi/formativi sul problema della violenza di genere rivolti agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e alla popolazione.

La sede dello Sportello Antiviolenza è presso  la sede della Croce Rossa Italiana di Mathi, via Santa Lucia 92
Lo sportello è aperto tutti i Lunedì dalle 15 alle 19
L’accesso può essere:
                   - Diretto, senza prendere appuntamento, in orario di sportello
                   - Telefonando al N. 3357633595, in orario di sportello per fissare un appuntamento
                   - Inviando una mail al seguente indirizzo: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

La donna che entra in contatto per la prima volta con lo sportello sarà accolta con un colloquio di sostegno o primo ascolto da 2 operatrici/volontarie CRI adeguatamente formate sul tema specifico dell’accoglienza e dell’ascolto  delle donne vittime di violenza. Da una prima valutazione fatta dalle operatrici, si stabilirà insieme con l’utente come proseguire.Verranno fornite informazioni e orientamento alle donne in difficoltà sui servizi offerti dal territorio ed eventualmente inviate e seguite.Qualora fosse necessario, si potrà offrire un supporto psicologico o una consulenza legale, tramite idonee figure professionali fornite dai Centri Antiviolenza territorialmente più vicini con cui lo sportello è in contatto e collaboraSe sono sole e disorientate sarà offerto  un servizio di accompagnamento presso le strutture sopraindicate o i servizi della rete sul territorio.Sarà cura da parte delle operatrici/volontarie CRI di mantenere vivi i contatti con la rete dei servizi presenti e non solo sul territorio.Le Volontarie inoltre hanno aderito ad un Codice Etico che garantisce l’anonimato e la confidenzialità dei dati personali, sensibili e la riservatezza delle informazioni.     

scopri di più sul progetto antiviolenza della CRI